Fermenti artistici

 

L'arte e lo scenario dolomitico

La natura dolomitica suscita sensazioni indicibili, che si traducono in voglia di immaginare e creare. Il fare artistico espresso dai numerosi artisti e artigiani - considerevole rispetto all'estensione dell'area - è connaturato nei ladini. Hanno fatto della simbiosi con l'ambiente circostante un elemento fondante della loro arte. L'incontro-scontro tra realtà sociali e culturali diverse si riflette nelle creazioni artistiche. L'"arte ladina" esprime una propria originalità radicata in parte alla tradizione, in osmosi con la cultura tirolese e quella italiana, ma nel contempo è volta al futuro, all'Europa e al mondo nella sua globalità.
Vari artisti delle valli ladine hanno sviluppato un proprio linguaggio artistico, forti di una personale esperienza nella tradizione dell'artigianato artistico gardenese.

 

Arte sacra e profana

L'inizio dell'arte scultorea in Val Gardena è remoto. Secondo la tradizione i primi intagliatori della valle sono legati alla famiglia Trebinger, risalente alla fine del XVI secolo. Nella seconda metà del Seicento le donne cominciano a fare pizzi e merletti al tombolo, gli uomini si dedicano anche alle arti figurative. In Val Gardena prende piede l'arte sacrale, che si esprime attraverso la scultura e la costruzione di altari lignei. La Val di Fassa è ricca di pitture murali e affreschi che decorano numerose chiese ed edifici. L'esigenza di migliorare la qualità della produzione artistica porta alla costituzione di scuole e istituti d'arte in Val Gardena, Val di Fassa e a Cortina d'Ampezzo; in Val Gardena esiste anche una scuola professionale. In Val Gardena, in Val Badia, a Cortina d'Ampezzo e a Pozza in Val di Fassa esistono istituti per l'educazione musicale.

 

Il fare artistico oggi

Numerose associazioni sono fucine delle attività artistiche, come il Circolo artistico e culturale - Lia Mostra d'Ert - fondato da alcuni artisti gardenesi alla fine degli anni Sessanta; l'Êrt por i Ladins è un sodalizio di artisti della Val Badia. Assieme alle istituzioni culturali organizzano eventi di vario tipo: mostre d'arte collettive, convegni culturali, concerti, opere teatrali, giornate di letteratura e musica.

Dal 1994 si organizza annualmente in Val Gardena la fiera scultorea "Unika". L'associazione, che conta una sessantina di soci, è composta da scultori, scultori d'ornamento, policromatori e doratori.